INTERNATIONAL LAW AND CULTURAL HERITAGE

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO INTERNAZIONALE (IUS/13)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Inglese

Obiettivi formativi

Al completamento del corso, lo studente acquisirà:
- una buona conoscenza dei principi e delle regole del diritto internazionale in materia di patrimonio culturale;
- le conoscenze e le abilità per comprendere, interpretare, criticare e applicare tali principi e regole alle controversie in materia di patrimonio culturale

Prerequisiti

Conoscenze basilari del Diritto internazionale

Contenuti dell'insegnamento

Il corso offre una panoramica critica degli aspetti chiave del diritto internazionale in materia di patrimonio culturale, soffermandosi sugli aspetti teorici, sostanziali e procedurali del diritto internazionale in questo settore, nonché sull’impatto di questo sul diritto internazionale generale.

Benché forme di protezione giuridica del patrimonio culturale siano state previste sin dal Rinascimento, tali iniziative sono state in gran parte frammentarie. I cambiamenti rapidi e diffusi che si sono verificati nelle ultime decadi hanno condotto alla formazione di un settore emergente del diritto internazionale, denominato diritto internazionale del patrimonio culturale, manifestatosi nell’adozione di una varietà di strumenti giuridici in materia di patrimonio tangibile e intangibile, sia monumentale che effimero, che prevedono una protezione sia in tempo di pace sia in tempo di guerra. Nella stessa direzione vanno le leggi o le modifiche legislative che diversi Stati hanno introdotto nel loro ordinamento interno e con riferimento al loro territorio. Oltre a formare l’oggetto di questi trattati, la cultura e il patrimonio culturale investono altri settori del diritto internazionale, quali: il diritto internazionale degli investimenti; il diritto del commercio internazionale in contesti istituzionali quali l’OMC, il NAFTA e la UE; il diritto penale, internazionale, come evidenziato dalla giurisprudenza della Corte penale internazionale e del Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia; il diritto della proprietà intellettuale e i lavori sui saperi tradizionali in corso nel quadro dell’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale (WIPO); la tutela dei diritti umani, con il discorso sui diritti culturali; e, infine, la teoria del diritto, dal liberalismo classico sino alle più recenti riflessioni delle teorie critiche del diritto.
Il Corso si articola in 12 lezioni a carattere seminariale di tre ore ciascuna:

1: Aspetti teorici
2: Conflitti armati e occupazione militare
3: Distruzione intenzionale
4: Patrimonio mondiale e patrimonio sottomarino
5: Commercio e restituzione di beni culturali
6: Patrimonio intangibile e lingue
7: Diversità culturale e diritto del commercio internazionale
8: Diritti degli artisti, libertà di espressione e diritti culturali
9: Diversità culturale, diritti umani, minoranze e popoli indigeni
10: Rimedi per il danno alla cultura
11: Soluzione delle controversie
12: Patrimonio culturale e diritto internazionale generale.

Programma esteso

Gli studenti dovranno leggere i seguenti contributi e documenti prima di ciascuna lezione:

1: Aspetti teorici
• Appiah, K., Cosmopolitanism: Ethics in a World of Strangers (New York: Norton, 2007), Chapter 8: Whose culture is it, anyway?
• The Marquis de Somerueles, Vice-Admiralty Court of Halifax, Nova Scotia Stewart's Vice-Admiralty Reports 482 (1813), reprinted in International Journal of Cultural Heritage (1996) vol.5(2), pp.319-329
• Taylor, C. Multiculturalism: Examining the Politics of Recognition (Princeton NJ: 1994), Chapter 2: ‘The Politics of Recognition’, pp.25-37, 60-73
• Universal Declaration on Cultural Diversity, adopted by the UNESCO General Conference on 2 November 2001, UNESCO Doc.31C/Res.25, Annex I
• Right of access to and enjoyment of cultural heritage, Report of the independent expert in the field of cultural rights, 21 March 2011, UN Doc.A/HRC/17/38
2: Conflitti armati e occupazione militare
• Convention (IV) Respecting the Laws and Customs of War on Land, and Annex, The Hague, 18 October 1907, (1908) 2(supp.) AJIL 90
• Convention for the Protection of Cultural Property in the Event of Armed Conflict, The Hague, 14 May 1954, in force 7 August 1956, 249 UNTS 240
• Protocol for the Protection of Cultural Property in the Event of Armed Conflict, 14 May 1954, into force 7 August 1956, 249 UNTS 358
• Second Protocol to the Convention for the Protection of Cultural Property in the Event of Armed Conflict, 26 March 1999, into force 9 March 2004, 2253 UNTS 212.
• Vrdoljak, AF. ‘Cultural Heritage in Human Rights and Humanitarian Law’, in O. Ben-Naftali (ed.), International Human Rights and Humanitarian Law, (Oxford: Oxford University Press, 2011), pp. 250-302
• O’Keefe, R. ‘Protection of Cultural Heritage in International Criminal Law’, Melbourne Journal of International Law (2010), vol.11, pp.339-393
3: Distruzione intenzionale
• UNESCO Declaration concerning the Intentional Destruction of Cultural Heritage, adopted by the General Conference of UNESCO at its 31st session, 17 October 2003
• Francioni, F. and F. Lenzerini, ‘The Destruction of the Buddha’s of Bamyan and International Law’, European Journal of International Law (2003), vol.14, p.619
• Security Council Res.2199 of 12 February 2015, UN Doc.S/RES/2199(2015)
• Intentional Destruction as a violation of Human Rights, Report of the Special Rapporteur in the Field of Cultural Rights, 3 February 2016, UN Doc.A/HRC/31/59
• The Prosecutor v. Ahmad Al Faqi Al Mahdi, ICC-01/12-01/15, International Criminal Court, Judgment 27 September 2016
• Vrdoljak, AF. ‘The Criminalisation of the Intentional Destruction of Cultural Heritage’, in M. Orlando and T. Bergin (eds), Forging a Socio-Legal Approach to Environmental Harm: Global Perspectives (London: Routledge, forthcoming)
4: Patrimonio mondiale e patrimonio sottomarino
• Convention concerning the Protection of the World Cultural and Natural Heritage, 16 November 1972, in force 17 December 1975, 1037 UNTS 151
• Operational Guidelines for the Implementation of the World Heritage Convention, 8 July 2015, UNESCO Doc.WHC.15/01
• Francioni F., and F. Lenzerini (eds), The 1972 World Heritage Convention: A Commentary (Oxford: Oxford University Press, 2008), pp.1-8 and 399-410
• Convention for the Protection of the Underwater Cultural Heritage, 2 November 2001, into force 2 January 2009, 2562 UNTS 3
• Institut de droit international Resolution 2015/3, The Legal Regime of Wrecks on Warships and Other State-Owned Ships in International Law
• Dromgoole S., ‘2001 UNESCO Convention on the Protection of the Underwater Cultural Heritage’. In: A. Connolly (ed.), Cultural Heritage Rights (London: Ashgate, 2015)
5: Commercio e restituzione di beni culturali
• Recommendation on International Principles Applicable to Archaeological Excavations, adopted by the UNESCO General Conference 5 December 1956
• Convention on the Means of Prohibiting and Preventing

Bibliografia

Vedi la sezione "Programma esteso"

Metodi didattici

Il Corso si articola in 12 lezioni a carattere seminariale di tre ore ciascuna. Gli studenti devono: frequentare il corso con regolarità; partecipare attivamente; coadiuvare la docente nella conduzione di un seminario.

Modalità verifica apprendimento

La valutazione avverrà sulla base di due componenti:

Partecipazione al corso – 20%
La valutazione della partecipazione si basa sul lavoro svolto nel semestre. Oltre a presenziare alle lezioni, gli studenti dovranno:
- raccogliere e leggere, prima di ogni lezione, i relativi materiali
- contribuire in modo chiaro e costruttivo alla discussione in classe
- ascoltare i diversi punti di vista e confrontarsi in modo costruttivo
- contribuire attivamente alla discussione delle letture e dei casi selezionati

Saggio di ricerca – 80%
Gli studenti dovranno redigere un saggio di 4.000 parole (incluse note e bibliografia) su di un argomento trattato a lezione.

Altre informazioni

LETTURE CONSIGLIATE

Gli studenti possono utilizzare i seguenti testi come riferimenti generali:
1) J. Blake, International Cultural Heritage Law (Oxford: Oxford University Press, 2015)
2) Nafziger, J., R. K. Paterson and A. D. Renteln (eds), Cultural Law: International, Comparative and Indigenous (Cambridge: Cambridge University Press, 2010).