DEMOGRAFIA

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
DEMOGRAFIA (SECS-S/04)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Conoscenza e capacità di comprensione
I risultati di apprendimento previsti consistono nel raggiungimento di conoscenze e capacità di comprensione dei processi demografici e delle loro componenti, naturali e migratorie. La conoscenza non solo di modelli qualitativi ma anche di metodi quantitativi di analisi dei fenomeni demografici forniranno inoltre allo studente la possibilità di comprendere l’evoluzione temporale dei sistemi demografici, la loro differenziazione a livello territoriale e i possibili scenari futuri.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Le conoscenze fornite dal corso daranno agli studenti la possibilità di applicare i metodi quantitativi della demografia per la determinazione degli indicatori demografici di base. Tali indicatori permetteranno di analizzare ed interpretare i fenomeni demografici, anche alla luce di fattori ed elementi di natura economica, politica, sociale e biologica. In particolare, essi potranno avvalersi delle loro conoscenze per una migliore e corretta comprensione del dibattito politico sulle più rilevanti questioni della popolazione e dello sviluppo economico e sociale.

Autonomia di giudizio
Le conoscenze fornite permetteranno agli studenti di farsi un’opinione ragionata e valutare con cognizione di causa i possibili effetti e l’efficacia delle varie policy, nazionali ed internazionali, relative alle tematiche più rilevanti della demografia, quali, ad esempio, la bassa fecondità e l’immigrazione.

Abilità comunicative
Abilità di fare report e analisi, anche con verifiche di tipo quantitativo, su tematiche di natura demografica. Capacità di trasmettere tali conoscenze e valutazioni in modo chiaro e pertinente, mettendo in grado gli interlocutori di comprendere le proprie valutazioni.

Capacità di apprendere
Capacità di leggere i possibili sviluppi futuri dell’evoluzione demografica, interpretandoli in un’ottica di lungo periodo e comprendendo come essi siano strettamente legati a fattori ed elementi relativi a specifiche scelte politiche, a fattori di natura economico-sociale e a vincoli di natura biologica.

Contenuti dell'insegnamento

Inquadramento della materia. 1. Alcuni fondamenti di demografia:
concetti di tasso e probabilità; periodo e coorte; tavole di eliminazione. 2. Prima e seconda transizione demografica. 3. La fecondità tra biologia e scelte comportamentali. L’età della riproduzione. Le variabili intermedie della fecondità. Rapporto sessi alla nascita. Controllo delle nascite e abortività. 4. Selezione e sopravvivenza. La mortalità infantile; la mortalità differenziale per sesso; la soglia della vecchiaia e l’invecchiamento della popolazione. 5. La nuzialità e l'importanza del matrimonio negli studi demografici 6.Le migrazioni:
storia dei movimenti umani e caratteristiche delle migrazioni.

Bibliografia

1) M. Livi Bacci, Introduzione alla demografia, Loescher.
2) G. Micheli, Demografie, Mc-Graw-Hill.
Materiale didattico (Slides) scaricabile dal sito: http://elly.giurisprudenza.unipr.it

Metodi didattici

Il corso si basa su lezioni frontali. In esse è apprezzata la discussione e lo scambio di idee tra docenti e studenti.

Modalità verifica apprendimento

La valutazione avrà lo scopo di verificare il raggiungimento, da parte degli studenti, degli obiettivi didattici attesi. Tale valutazione sarà compiuta attraverso un esame scritto, con domande sia aperte che chiuse. Tali quesiti saranno concepiti nell’ottica di valutare in primo luogo sia la conoscenza e la capacità di comprensione dei differenti contenuti e delle varie tematiche del corso sia la capacità di comprensione applicata, appurata mediante lo l’analisi ed il calcolo di indicatori demografici, interpretati nel contesto di specifici casi di studio. L’autonomia di giudizio verrà verificata mediante il commento ragionato e l’interpretazione critica dei dati inerenti tali casi di studio.
Le abilità comunicative saranno valutate a partire dalla capacità di esprimere concetti e riflessioni su fenomeni demografici, dalla capacità di sintesi nonché dall’appropriatezza dei termini usati. La capacità di apprendere sarà verificata
mediante la dimostrazione, da parte degli studenti, dell’avvenuta acquisizione di soddisfacenti livelli di abilità di interpretazione, di ragionamento e di
elaborazione autonoma dei concetti illustrati durante il corso.