ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

Crediti: 
9
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Il corso ha per oggetto l'individuazione delle linee fondamentali del sistema giuridico privatistico, e l’apprendimento delle principali nozioni sui suoi istituti. Il corso fornisce le conoscenze e la comprensione degli istituti giuridici fondamentali del nostro ordinamento consentendo di acquisire competenza in ordine alla comprensione e interpretazione delle norme che disciplinano i principali istituti privatistici.

Contenuti dell'insegnamento

I diritti soggettivi, le persone fisiche,i diritti della personalità ; gli enti; nozioni generali di diritto di famiglia; le successioni in generale e il contratto di donazione.
I beni, i diritti reali e il possesso. Le vicende e le fonti e la disciplina generale del rapporto obbligatorio, il contratto in generale , i contratti tipici (compravendita). Le obbligazioni nascenti da atti unilaterali e la responsabilità civile. L'ultima parte riguarda la tutela dei diritti (la responsabilità patrimoniale e la garanzia patrimoniale; i mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale).

Bibliografia

E' necessario lo studio di un manuale universitario aggiornato Si consiglia:
AAVV Lineamenti di diritto privato, a cura di M.Bessone, Giappichelli, Torino, ult.ed.
Si suggerisce lo svolgimento dei quesiti relativi alle parti in programma proposti in :
G.Bonilini, Quesiti di diritto privato, Milleduecento quesiti con le risposte ragionate, Cedam, Padova, ult. ed.
E' necessario un codice civile aggiornato.

Metodi didattici

Il corso sarà tenuto con lezioni frontali orali per la durata di 54 ore; al fine di consentire una maggiore conoscenza sono previsti approfondimenti in aula che si attueranno con l'analisi di alcune sentenze

Modalità verifica apprendimento

Lo svolgimento della verifica finale consiste nella risposta orale a minimo tre domande poste oralmente, su tutte le parti oggetto del programma, con riferimento ai testi consigliati. La verifica finale mira a valutare se lo Studente abbia comprensione degli istituti affrontati nel corso delle lezioni nonché la sua capacità di applicare tali conoscenze a fattispecie concrete. La soglia di sufficienza si considera raggiunta quando lo studente avrà mostrato conoscenza e comprensione degli istituti civilistici oggetto del corso e sia in grado di attuare le corrette interazioni tra le varie parti del programma. Se non raggiunge tale risultato l'esame sarà da considerarsi insufficiente.